Come registrare un dominio

registrare un dominio - map of the world 2164673 960 720 80x80 - {title
I vantaggi di un sito Multilingua con WordPress
13 giugno 2018
registrare un dominio - Come registrare un dominio 960x480 - {title

Registrare un domino, che cos’è e come scegliere il nome più adatto

Registrare un dominio è un elemento imprescindibile per la creazione di un proprio blog o sito web. Prima di procedere con la spiegazione è necessario illustrare il significato del termine in ottica informatica. Apparentemente può risultare difficile comprenderne i contenuti, soprattutto per chi non è avvezzo al linguaggio della rete. In questa guida cercheremo di mostrare il tutto con più naturalezza, spiegandone il significato e a cosa serve. Senza dimenticare alcuni preziosi suggerimenti, fondamentali per scegliere il nome del dominio più adatto a sé stessi o alla propria attività. Per una maggiore chiarezza dei contenuti, verranno inseriti esempi relativi a siti internet realmente esistenti, o inventati per illustrarne al meglio i concetti.

Cos’è un dominio?

Un dominio non è altro che il nominativo con il quale individuare sul web il proprio sito. Per intenderci, quello che state visualizzando in questo momento è www.powerdigital.it.

Sono due le motivazioni principali che spingono un utente a registrare un dominio:

  • Per hosting, con cui avviare un proprio sito web. In questo caso è necessario acquisire l’hosting;
  • Per e-mail, con una casella di posta per uso professionale.

Ipotizziamo di ricercare su internet il dominio desiderato. Dopo averlo inserito nel browser, esso verrà tramutato nell’indirizzo numerico dell’hosting (lo spazio contenente il sito), tramite il DSN. Quest’ultimo è l’acronimo di Domani Name System, lo strumento che traduce il nome del sito nella combinazione numerica, ossia l’indirizzo IP. Da ciò si evince che qualunque sito internet risulta immagazzinato in un server.

Un dominio, da un punto di vista strutturale, è caratterizzato dalle seguenti credenziali:

  • protocollo, http, per la trasmissione di dati sulla rete;
  • sottodominio, ad es. www (opzionale);
  • nominativo (webpowerdigital.it);
  • estensioni, ossia i .com, .net, o quelle relative alle nazioni di provenienza: .it (Italia), .de (Germania), .ch (Svizzera), .sm (San Marino) ecc.

La scelta dell’estensione rappresenta un fattore importante. Quella più apprezzata dagli utenti è .com. Chi non possiede una discreta cultura nel campo informatico ne è comunque a conoscenza. Stesso discorso per quella relativa al .net, .it, e quelle dei paesi di riferimento.

Registrare un dominio, quale NOME scegliere

La scelta del nome di un dominio ha una valenza fortemente indicativa. Deve essere consono alle peculiarità della propria attività sulla rete. Se per ipotesi volessimo avviare un blog incentrato sulla pesca, sarebbe opportuno che il dominio richiami suddetta tematica (es pescareweb.it).

Come registrare un dominio, ecco alcune estensioni registrare un dominio - Domain Search Top Banner - {title

Bisogna inoltre verificare nei vari provider di servizi web se il nominativo scelto risulta disponibile. Se è stato già “occupato”, il sistema ne consiglia qualcuno simile nel nome e nella struttura.

Ecco le principali direttive per scegliere il nome più indicato al proprio dominio:

  • Semplice da ricordare. Più è facile da richiamare alla memoria, maggiore sarà la resa di memorizzazione nella mente del lettore. Di conseguenza è opportuno bandire l’uso di terminologie troppo articolate e di difficile comprensione;
  • Evitare di inserire troppe lettere. Basta qualche parola per ottenere un’ottima efficacia;
  • Scegliere accuratamente le parole adatte. Ci sono termini che posso avere un doppio significato. Ad esempio Tuttopesca.it potrebbe indicare sia l’atto da compiere che il frutto. Pertanto una soluzione può essere quella di optare per qualcosa di diverso, ad esempio pescareonline.it o andareapesca.it e simili.

Registrare un dominio senza “copiare”

Questo è un tema delicato, che può sfociare in problematiche abbastanza serie. Optare per un nome già utilizzato, ad esempio il colosso Apple, con appleitalia.it, può dar luogo ad azioni legali. I brand registrati infatti devono essere salvaguardati. Di conseguenza, in caso di omonimia nella nominazione dei siti web, è possibile beccarsi una denuncia.

Oltre a non inserire il nome di un brand ampiamente riconosciuto, il dominio non può chiamato tramite nomi contraffatti o estensioni diverse. E’ sempre verde la legge di vita “pesce grande mangia pesce piccolo”.

Registrare un dominio, associa il nome al tuo marchio di riferimento

Altro aspetto fondamentale riguardo la scelta del nome di un dominio è l’attività di marketing. Quando si è in procinto di lanciare o promuovere la propria attività su internet bisogna sottostare ad alcuni standard di riferimento. Disposizioni necessarie a catalizzare il target di riferimento:

  • Diversificarsi con un nome che permetta di contraddistinguersi dalla concorrenza;
  • Veicolare in poche parole le caratteristiche del proprio band. In questo modo l’utente riconosce immediatamente la fascia di mercato alla quale appartiene;
  • Colpire l’attenzione del lettore con un appellativo diretto, che possa scaturire nella sua testa un’immagine ben definita.

Prendendo come spunto il sito calciomerato.com, si evincono chiaramente le tematiche trattate al suo interno. Questo concetto riguarda non solo le imprese, ma anche i singoli privati. Per esempio coloro che desiderano aprire un proprio sito, gestito autonomamente. Nella fattispecie il marchio corrisponde alla persona stessi. Incentrare il nome del dominio con le proprie generalità, ad esempio aranzulla.it, può rappresentare una scelta azzeccata.

Ricapitolando, è utile richiamare il nome del dominio al proprio marchio, o le generalità della persona in caso di un blog personale.

Direttive SEO per registrare un domino

Nella redazione di articoli o contenuti per il web, è opportuno attenersi alle regole SEO. Adoperare degli accorgimenti col fine di ottimizzare la ricerca del proprio contenuto sui motori d ricerca. Lo scopo è quello di incrementare la possibilità di farlo apparire nei primi posti nelle ricerche degli utenti sulla rete.

Questo aspetto è possibile apportarlo anche nella scelta del nome per registrare un dominio. Tramite l’inserimento della parola chiave all’interno dello stesso, viene ottimizzata la posizione nei motori di ricerca. La keyword può anche corrispondere al dominio stesso. Ipotizziamo che un avvocato di Roma volesse registrare un dominio per l’apertura di uno studio legale in città. Per adeguarsi alle direttive SEO un’idea potrebbe essere avvocatomilano.com, romavvocato.it ecc.

 

PowerDigital
PowerDigital
Powerdigital offre servizi dedicati alle PMI, atti ad instaurare una relazione privilegiata con il consumatore e con il fine di creare maggiore efficenza e maggiori profitti per l’impresa nell’era digitale. Powerdigital ti permetterà di essere trovato più facilmente, di conquistare la fiducia del Cliente, di far vivere un’esperienza di acquisto migliore, dando la possibilità di condividerla. Tutto ciò innesca un meccanismo di stimoli che aumenteranno la frequenza di acquisto e la fidelizzazione.