Inserzioni Facebook non approvate, segui le direttive della Facebook ADS Policy

- Come registrare un dominio 80x80 - {title
Come registrare un dominio
20 giugno 2018
- facebook 1533281312 - {title

yourschantz / Pixabay

Per risolvere il problema delle inserzioni Facebook non approvate ecco alcune linee guida da tener d’occhio. In questo articolo sono presenti alcuni consigli utili per evitare la sospensione o l’annullamento delle proprie campagne pubblicitarie.

Investire i propri capitali sulla pubblicità è fondamentale per incrementare il proprio business. Lo strumento ideale in questo momento storico è certamente il web. La rete infatti consente di veicolare con maggior intensità un contenuto, con una diffusione più ampia del proprio brand. Per tale motivo le aziende prediligono impostare su di essa la propria strategia di marketing. Luogo principale dove poter reclamizzare un marchio è certamente Facebook. Questo social network, capostipite di una lunga serie nel corso degli anni, è contraddistinto da oltre un miliardo di iscritti. Profili che agiscono costantemente all’interno della piattaforma, creando una base solida con la quale interfacciarsi e farsi conoscere al grande pubblico.

Per chi vuole promuovere la propria attività online è possibile creare una campagna pubblicitaria. E’ caratterizzata dalla pubblicazione di annunci destinati ad attirare l’interesse dell’utenza, e convertirla nelle vesti di clientela. Tuttavia vi è la possibilità di imbattersi in inserzioni Facebook non approvate. Nelle righe seguiti verranno mostrate le principali motivazioni che spingono gli amministratori ad annullare l’entrata in vigore dell’inserzione.

- facebook 1533281273 - {title

Inserzioni Facebook non approvate

Le inserzioni Facebook non approvate sono annunci che non hanno ricevuto l’autorizzazione ad essere pubblicati. Contenuti ai quali è stato impedito di diventare operativi, a causa di numerose motivazioni, non sempre chiarite del tutto. In alcuni casi può succedere che le proprie inserzioni, inizialmente accettate, vengano bloccate in un secondo momento. Questo può rappresentare una grossa seccatura per chi vuole gestire una propria campagna pubblicitaria in maniera ottimale, con una conseguente perdita di tempo prezioso. Per non incorrere in queste problematiche è opportuno seguire alcune regole presenti nella Facebook ADS Policy.

La Facebook ads policy è un complesso di dettami da perseguire affinché le proprie inserzioni possano essere pubblicate senza impedimenti. Si tratta di una serie di norme volte a difendere non solo i diritti della piattaforma, ma anche degli utilizzatori della stessa, ovvero gestori e utenti. Nel lungo periodo però questo regolamento subisce alcune variazioni, rilasciate in base alle volontà di Facebook, che può modificarne il contenuto. Per questo motivo è opportuno visionarlo costantemente, al fine di rimanere aggiornati sulle ultime novità.

Facebook ADS Policy, le inserzioni Facebook non approvate

Sono diverse le motivazioni che spingono gli amministratori a bloccare la pubblicazione di un’inserzione:

  • Incentivazione al consumo di droga;
  • Promozione di articoli correlati al fumo;
  • Presenza di contenuti vietati ai minori, con immagini di nudo o stampo pornografico;
  • Post con contenuto razziale e discriminatorio;
  • Vendita di prodotti non legali, ad esempio armi;
  • Contenuti che violano i diritti di copywright;
  • Elementi caratterizzati da tono ingannevole per il consumatore: diete che promettono di perdere molti chili, trattamenti miracolosi per contrastare la perdita dei capelli, possibilità di ottenere guadagni facili;
  • Servizi a pagamento: prestiti, aste, compravendita di criptomonete;
  • Rappresentazione di un individuo secondo canoni religiosi, fisici, razziali, sessuali.

Tra le altre limitazioni delle inserzioni vi sono quelle relative alle Lead ADS, utili per acquisire contatti e ottenere informazioni generali sull’utenza: nome, cognome, email, età, numero di cellulare, attività lavorativa ecc. Allo stesso tempo alcuni dati sono soggetti a censura. DI conseguenza non possono essere rivendicati dai promotori dell’inserzione:

  • codici personali, ad esempio il numero di passaporto, della carta d’identità, del codice fiscale;
  • password dei profili personali;
  • dati del conto corrente bancario;
  • orientamento sessuale, etnico, religioso.

Servizi da promuovere con alcune condizioni

Oltre ai contenuti vietati, con conseguente eliminazione dell’inserzione, vi sono alcuni servizi che presentano delle soglie non valicabili, caratterizzati da alcuni paletti:

  • Pubblicità sui siti di chat, d’incontro, betting online e attività farmaceutiche. Questi necessitano del nullaosta rilasciato dalla piattaforma stessa;
  • Prodotti legati alla cura della persona, ad esempio gli integratori e alcuni prodotti sanitari, destinati ad un pubblico di soli maggiorenni;
  • Reclame sugli alcolici, con restrizioni nei paesi in cui il consumo è vietato, secondo le leggi vigenti in loco.

L’ultimo punto in elenco spiega bene la possibilità di subire o meno una restrizione. Nel caso in cu avvenga in un paese con limite d’età superiore ai 18 anni, (in alcuni stati della penisola scandinava è di 20), è sufficiente variare il target al quale è destinato l’annuncio.

Inserzioni Facebook non approvate, cosa fare?

A volte è possibile subire il trattamento di rimozione delle inserzioni Facebook non approvate a causa di errori del sistema. In questo caso si deve richiedere una revisione del provvedimento preso. Può essere fatto tramite la compilazione di un modulo sul quale illustrare le motivazioni per cui l’inserzione non è stata accettata. Secondo la guida presente sul social, è possibile modificarla attenendosi alle normative pubblicitarie. In seguito essa sarà inoltrata per subire una nuova esaminazione. Al termine di questo processo l’utente riceverò un’email che attesta i motivi della non pubblicazione.

 

PowerDigital
PowerDigital
Powerdigital offre servizi dedicati alle PMI, atti ad instaurare una relazione privilegiata con il consumatore e con il fine di creare maggiore efficenza e maggiori profitti per l’impresa nell’era digitale. Powerdigital ti permetterà di essere trovato più facilmente, di conquistare la fiducia del Cliente, di far vivere un’esperienza di acquisto migliore, dando la possibilità di condividerla. Tutto ciò innesca un meccanismo di stimoli che aumenteranno la frequenza di acquisto e la fidelizzazione.