Power Digital Web & Social Ecco come pubblicare il sito multilingue con WordPress: Guida completa

Ecco come pubblicare il sito multilingue con WordPress: Guida completa


sito multilingue wordpress

Se stai pensando di pubblicare un sito in altre lingue oltre l’italiano, per esempio un e.commerce, sei sulla pagina giusta. Oggi ti dirò come si fa a creare e gestire un sito multilingue capace di attrarre traffico nelle lingue con cui decidi di tradurre il tuo sito web. Prima di iniziare occorre fare una piccola digressione sui CMS o sui sistemi da utilizzare per la pubblicazione del sito web.

Creare il sito multilingue in WordPress

Dicevo della scelta del CMS e della sua importanza. Io consiglio WordPress. Perché? WordPress è il CMS OpenSource più usato del mondo ed è ottimo per gestire facilmente un sito multilingue. WordPress ha il grande vantaggio di permettere di utilizzare i migliori Plugin per le traduzioni in lingue diverse sul mercato. Anche perché i programmatori sono sempre in azione per mettersi in mostra su questa piattaforma. Inoltre alcuni sono gratis, altri a pagamento ma con costi davvero contenuti. E poi gli aggiornamenti sono sempre continui ed efficaci. Inoltre, WordPress e Google sono le 2 facce di una stessa medaglia, nel senso che WordPress si interfaccia perfettamente con il motore di ricerca più utilizzato al mondo e con Google Translate. Un ottimo motivo perché questa corrispondenza rende più facile se non il posizionamento almeno l’indicizzazione del sito web multilingue.

Cosa fare prima di pubblicare un sito multilingue in WordPress

Per sapere meglio come creare un sito su temi wordpress e chiarire ogni dubbio ci viene in soccorso Roberto Conigliaro, un SEO specializzato nei siti multilingue in WordPress. “Molto spesso sia i programmatori che i SEO dimenticano che Google rende pubblici strumenti preziosi per capire come fare un sito multilingue e quindi prima di tutto vai a leggere le linee giuda di Google.” Nelle linee guida, infatti, è già tutto indicato e suggerito rispetto al metodo migliore per realizzare un sito in lingue diverse.

Cosa è un sito multilingue e a chi può servire

Un sito web multilingue è uno strumento online che offre i suoi contenuti in più lingue. Ad esempio, potrebbe essere il sito di un’azienda che ha l’esigenza di rivolgersi ai propri clienti nella lingua ufficiale del paese in cui si trova, ma anche in quella maggiormente utilizzata dalla popolazione residente. In questo caso con la ricerca dell’utente, Google può mostrare le pagine corrispondenti alle diverse lingue.

Ma un sito web in più lingue può anche essere multiregionale.

Inoltre, la scelta tecnica dei metodi di realizzazione del sito web in più lingue è determinata anche dal fatto che potrebbe non rendersi necessaria la completa traduzione del sito ma solo di alcune pagine o di quelle principali.

L’importanza del tag lang e delle tradizioni corrette

La corretta gestione del tag hreflang rende possibile far riconoscere al bot di Google quale pagina del sito è corrispondete per lingua. Mentre con gli strumenti della search console è facilissimo individuare ed indicare la regione geografica alla quale si rivolgono le pagine del sito nelle diverse lingue. Ma tutto questo lavoro è subordinato al fatto che la traduzione delle pagine non può e non deve essere affidata a Translator, per più di un motivo. Quello principale è che seppure sempre più corrispondenti, i servizi di traduzione automatica non sono perfetti. L’altro non meno importante è che per comporre i contenuti delle pagine nelle diverse lingue da quella principale, bisogna svolgere un’accurata ricerca delle parole chiave seo corrispondenti in quella lingua alle intenzioni di ricerca degli utenti.

L’analisi di mercato prima di pubblicare il sito multilingue

In sostanza – dice Roberto Conigliaro – Google ha realizzato tutti questi ottimi strumenti, sfruttati pienamente da WordPress, in funzione del marketing e delle potenzialità di vendita e acquisizione dei clienti ai quali si rivolge un sito web. Quindi il primo e più rilevante errore che compie chi pensa e poi realizza un sito web multilingue è quello di trascurare del tutto il fatto che i diversi modi di pubblicarlo, sono pensati per i diversi mercati che il sito ha intenzione di raggiungere. Quindi la domanda che devi farti è – conclude Roberto – Dove devo posizionare le pagine del mio sito per essere raggiunto dagli utenti che manifestano il loro intento di ricerca? Sul motore del loro paese? Per esempio in Francia, o in Germania o in Inghilterra? Solo su quello del paese di appartenenza? Nel nostro caso l’Italia? Oppure in generale google.com?

La differenza tra i diversi sistemi per creare un sito wordpress in lingue diverse

La differenza tra un sistema e l’altro è tutta qui. Se ho solo bisogno di fare una traduzione del mio sito, allora puoi utilizzare il Plugin WordPress che permette di tradurre il sito e di per avere in un attimo nel menu di navigazione le pagine in tutte le lingue del mondo. I due più in voga sono WPML a pagamento e Polylang gratuito.

Se, invece, sai bene in quali paesi all’estero vuoi posizionarti allora è enormemente più efficace acquistare domini diversi con l’estensione del motore di ricerca equivalente.

Se, invece, la lingua da tradurre, per esempio, è l’inglese, i paesi sono tanti e i domini non sono disponibili per quella lingua, allora la scelta giusta è il sottodominio.

Quindi, adesso hai le informazioni che ti servono per compiere la giusta scelta tra i diversi sistemi, in modo che con il tuo sito, tu possa raggiungere tutti i mercati del mondo, acquisire nuovi clienti, migliorare i tuoi rendimenti sulle vendite.

Credo di averti dato tutte le migliori indicazioni per pubblicare senza errori il tuo sito multilingue in WordPress.